Logo del Parco
Condividi
Home » Territorio » Fauna » Schede

Saltimpalo

Saxicola torquatus

Ordine: Passeriformi (Passeriformes)

  E' una specie politipica a distribuzione paleartica-paleotropicale, ampiamente diffusa; in Italia e nel Lazio è parzialmente sedentaria, migratrice e nidificante ed è presente con la sottospecie rubicola. E' un passeriforme insettivoro di piccole dimensioni (lunghezza circa 12-13cm), abbastanza confidente, che è facile vedere fermo su posatoi sopraelevati come pali di recinzioni, cespugli isolati, rami esterni delle siepi, muretti a secco; da questi posatoi il saltimpalo osserva l'ambiente circostante sia per individuare possibili prede sia per difendere il suo territorio da eventuali intrusi . Vive in ambienti aperti e semi aperti con vegetazione rada come praterie e pascoli, ambienti agricoli rurali, campi incolti. Le maggiori densità della specie si hanno nelle zone di pianura e collinari ma si rinviene, a più basse densità, anche in ambiente montano. Nel saltimpalo è presente un netto dimorfismo tra i sessi: il maschio presenta un capo di colore nero, una macchia bianca ai lati del collo, il petto rossiccio, il groppone marrone macchiettato di scuro mentre la femmina presenta, in generale, dei colori più sbiaditi con un capo marrone chiaro e la macchia bianca sul collo meno evidente. I giovani hanno un piumaggio molto criptico grigio-marrone macchiettato di scuro. La formazione delle coppie inizia già alla fine dell'inverno e il rituale di corteggiamento è molto caratteristico e consiste in piccoli voli e saltelli che il maschio, cantando, effettua intorno alla femmina. Le coppie sono monogame anche se alcuni maschi sono risultati essere poliginici. Il nido, costituito da materiale vegetale (muschio,erba) e materiale di origine animale (lana, peli, piume) viene costruito dalla femmina direttamente a terra tra la vegetazione erbacea o ai piedi di un cespuglio. Vengono deposte in genere 5-6 uova, covate poi per circa 15 giorni; i nidiacei, accuditi da entrambi i genitori, lasciano il nido dopo circa 13 giorni. In genere questa specie, durante la stagione riproduttiva, riesce a portare a termine due covate ma arriva anche a tre se le condizioni sono favorevoli. Il saltimpalo ha un carattere molto combattivo e difende attivamente il territorio anche da possibili predatori come gazze, ghiandaie e cuculi e da questi ultimi è infatti raramente parassitato. L'alimentazione è costituita da insetti, ragni, bruchi e invertebrati che cattura in volo o sul terreno lanciandosi dai posatoi che utilizza abitualmente.

Saltimpalo
Saltimpalo
(foto di: Giulio Lariccia)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
Logo del Parco
© 2022 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio