Logo del Parco
Condividi
Home » Territorio » Fauna » Schede

Geco comune

Tarentola mauritanica

Progetto Rettili del Parco: Il Geco Comune (Tarentola mauritanica)
Il gigante tra i gechi italiani, la Tarentola mauritanica è il più grosso rappresentante della famiglia dei Gekkonidae della penisola superando in alcuni casi i 15 cm di lunghezza. Il corpo è tozzo e la testa massiccia, con numerosi tubercoli presenti sul dorso; la colorazione varia invece sia in funzione della località sia dell'ora; infatti il geco comune è in grado di scurirsi per assorbire meglio i raggi solari delle prime ore del giorno, e di assumere poi una colorazione chiara in modo da mimetizzarsi efficacemente sul substrato roccioso.
La specie è ampiamente diffusa in Italia nonché presente nel Parco dei Monti Simbruini, e pare anzi in espansione, probabilmente anche grazie al graduale innalzamento delle temperature e al clima progressivamente più secco. Al contrario di altre specie di gechi, è possibile osservare gechi comuni in attività anche durante le ore diurne, mentre termoregolano la loro temperatura o si dedicano alla caccia di piccoli invertebrati. La Tarentola mauritanica si nutre infatti principalmente di insetti, tra cui blatte e falene, risultando un efficace alleato all'interno delle nostre abitazioni. 
La modalità con cui i Gekkonidae riescono ad aderire anche a superfici completamente lisce ha dell'incredibile, non vengono infatti utilizzate delle ventose, bensì minuscole setole presenti in gran numero su ogni dito (oltre 10000 per millimetro quadrato) che formano con la superfice sottostante dei deboli legami chimici detti Forze di van der Waals. La somma dei legami formati da tutte le setole è in grado però di esercitare una notevole forza tra il geco e la superfice, permettendo al rettile di aderirvi senza problemi.

E' possibile distinguere la Tarentola mauritanica da altre specie simili come il geco verrucoso osservando le dita, nel caso del geco comune infatti le unghie sono visibili soltanto sull'ultima falange e sulla pagina inferiore di ciscun dito avremo una sola fila di lamelle.

E' possibile partecipare al "Progetto rettili del Parco dei Monti Simbruini" diventando un segnalatore del Parco. Tutte le segnalazioni di avvistamento di rettili vivi o morti possono essere inviate all'indirizzo di posta elettronica: progettorettilidelparco@gmail.com - oppure al numero WhatsApp 345 3571430    

Geco comune
Geco comune
(foto di: Nicolò Borgianni)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
Logo del Parco
© 2021 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio