Logo del Parco
Condividi
Home » Territorio » Fauna » Schede

Cervone

Elaphe quatuorlineata

Il cervone con i suoi 250 cm di lunghezza massima è la specie di ofide più grande del territorio italiano, tuttavia difficilmente gli esemplari superano i 180cm. La specie è facilmente riconoscibile per il corpo massiccio e le notevoli dimensioni, nonché per la presenza negli esemplari adulti di due strie nere per lato (da cui l'epiteto specifico "quatuorlineata"); i giovani al contrario presentano una livrea maculata completamente diversa rispetto a quella degli individui maturi.

Elaphe quatuorlineata è un eccellente scalatore e non di rado si arrampica sugli alberi per cacciare roditori, uccelli o uova. Proprio la sua passione per le uova lo porta frequentemente in contatto con ambienti agricoli umani, dove si avventura in cerca di uova di gallina che ingolla per intero. La sua frequente vicinanza con le attività rurali ha generato la leggenda del "pasturavacche", epiteto con cui è conosciuto il cervone nelle zone dell'Appennino centrale; la storia vuole che l'animale si avvicini furtivamente ai bovini per attaccarsi alle mammelle e suggerne il latte.

La specie è considerata "prossima alla minaccia" dall'Unione mondiale per la conservazione della natura (IUCN) e risulta purtroppo in progressivo declino a causa della perdita dell'habitat e della persecuzione da parte dell'uomo.

[A cura di Nicolò Borgianni]

Cervone
Cervone
(foto di: Nicolò Borgianni)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
Logo del Parco
© 2022 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio