Logo del Parco
Condividi
Home » Cosa facciamo » News e comunicati

Bracconaggio nel Parco dei Monti Simbruini - fermate altre due persone.

( Jenne, 09 Dicembre 19 )

Continua l'azione di repressione del fenomeno del bracconaggio nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, dopo il sequestro di un fucile effettuato alcune settimane fa. Nei giorni scorsi infatti i Guardiaparco dell'Ente Parco, durante una specifica operazione di sorveglianza effettuata in prossimità del confine abruzzese, hanno sorpreso altre due persone armate che si muovevano a piedi, con cani al seguito, in evidente attività venatoria all'interno del territorio dell'Area Protetta ed in ambito montano, ad una quota di circa 1500 mslm, in un quadrante considerato inoltre molto sensibile per la presenza di fauna selvatica. Le due persone fermate erano in possesso entrambe di fucili semiautomatici calibro 12 che al momento del fermo sono risultati carichi e pronti all'uso. Ai due uomini, di 38 e 46 anni, entrambi residenti in provincia di Frosinone, sono stati posti sotto sequestro giudiziario le armi e le munizioni che avevano al seguito e sono stati denunciati a piede libero presso la competente Procura della Repubblica di Frosinone per reati quali l'esercizio di attività venatoria ed introduzione di arma in Area Protetta.

Bracconaggio nel Parco dei Monti Simbruini  - fermate altre due persone.
Bracconaggio nel Parco dei Monti Simbruini - fermate altre due persone.
 
Logo del Parco
© 2020 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio