Logo del Parco
Condividi
Home » Vivere il Parco » Itinerari

Il Cammino di San Tommaso

Il Cammino di San Tommaso è ispirato al concetto di turismo esperienziale, turismo lento o slow tourism in cui il viaggiatore vive un'esperienza unica e personale, i cui ritmi sono scanditi da egli stesso che, pianificando il viaggio, sceglie tempi e modalità per sostare nei luoghi proposti.
Il Cammino di San Tommaso è un itinerario culturale, naturalistico e spirituale che collega la città di Ortona, custode delle spoglie dell'Apostolo sin dal 1258, a Roma con la Basilica di San Pietro. Un lungo percorso di circa 316 km che attraversa il cuore dell'Abruzzo e del Lazio più autentico, esaltando le eccellenze paesaggistiche, i luoghi della fede quali chiese, eremi ed abbazie, custodi silenti di spiritualità ed alcuni tra i borghi meglio conservati delle due Regioni.

Il Cammino è anche una forma di pellegrinaggio moderno, che noi amiamo chiamare "pellegriviaggio", sulle orme di Santa Brigida di Svezia che, tra il 1365 e il 1368, giunse ad Ortona a seguito della rivelazione sulla presenza delle ossa di San Tommaso nella cattedrale della città. Secondo la tradizione locale, Brigida visitò ben due volte la tomba dell'Apostolo in Ortona; in memoria del suo passaggio le è stata dedicata una antica chiesa, nella vicina città di Arielli, che, insieme al cippo collocato a Porta Caldari ad Ortona, testimonia ancora oggi il pellegrinaggio della Santa nella città.
La storia offre uno spunto per riscoprire, con forme moderne, l'attività del viaggiare, così come è accaduto a Santiago di Compostela, il cui modello è stato preso ad esempio dal Cammino di San Tommaso per unire Abruzzo e Lazio.
Camminando il viaggiatore potrà scoprire, attraverso suggestivi sentieri naturalistici, antiche mulattiere e tratti di strada interpoderale, alcuni tra i più importanti parchi naturali del centro Italia quali: il Parco Naturale Regionale dei Castelli Romani, il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, il Parco Naturale Regionale Sirente - Velino, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco Nazionale della Majella, oltre a diverse piccolo Riserve Naturali.
Potrà scoprire importanti luoghi di culto, abbazie medievali, castelli, straordinari esempi di arte e cultura che da secoli sono custoditi dalle popolazioni locali.
Con piccole soste durante il percorso il viaggiatore potrà ammirare anche i caratteristici borghi laziali di: Subiaco, Genazzano, Olevano Romano, Albano Laziale, Roiate ecc; e quelli abruzzesi di: Tagliacozzo, Scurcola Marsicana, Rovere, Fontecchio, Bominaco, Caporciano, Navelli, Capestrano, Pescosansonesco, Pretoro, San Martino alla Marrucina ecc…
Il Cammino di San Tommaso è un progetto che parte dal basso, iniziato da un gruppo di giovani e meno giovani visionari che si prodigano quotidianamente, senza fondi pubblici e con la sola opera di volontariato, ad un progetto innovativo, dove il pellegrino o il viaggiatore diventa parte integrante del progetto stesso. In questo senso l'associazione si è data uno slogan, che diventa anche un modus operandi: "Chi fa il Cammino di San Tommaso è il Cammino di San Tommaso".

Trovati 4 risultati.
Il Cammino di San Tommaso: Genazzano - Subiaco
Tappa 4
Difficoltà: E - Escursionistico
Tempo di percorrenza: 8 h
Il Cammino di San Tommaso: Subiaco - Livata
Tappa 5
Difficoltà: E+
Tempo di percorrenza: 5 h
Il Cammino di San Tommaso: Livata - Cappadocia
Tappa 6
Difficoltà: E - Escursionistico
Tempo di percorrenza: 7 h
Il Cammino di San Tommaso: Cappadocia - Tagliacozzo
Tappa 7
Difficoltà: T - Turistico
Tempo di percorrenza: 4 h
Logo del Parco
© 2020 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio