Logo del Parco
Condividi
Home » Vivere il Parco » Itinerari » Grande Anello del Faito » » Grande Anello del Faito

Grande Anello del Faito: Filettino - Vallepietra

Tappa 3

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Filettino (Filettino)
  • Arrivo: Vallepietra (Vallepietra)
  • Tempo di percorrenza: 7 ore 30 minuti
  • Difficoltà: EE - Per escursionisti esperti
  • Dislivello: in salita 980 m - in discesa 1140 m

Sentieri: 694a, 693b, 684, 651, 683a
Tappa considerata lunghissima e faticosa, è però costellata da suggestivi angoli di natura e meravigliosi scorci e panorami, sempre più vasti fino al culmine del M. Tarino. La lunga camminata da qui e fino alla SS. Trinità per il crinale è qualcosa di meraviglioso, come magnifica e aerea la stretta cresta prima del Tarino, dove bisogna fare attenzione nei mesi di freddo. Unico tratto che impegna di più le gambe è la prima parte della ripida discesa dal Santuario verso Vallepietra lungo il 683a. Giornata lunga e intensa sia per i paesaggi e ambienti magnifici che si vanno ad attraversare sia per i dislivelli positivi e negativi che si andranno ad affrontare, un'ottima colazione è consigliata.
Dalla tangenziale sopra Filettino, all'altezza di un'area pic-nic, si prende subito a salire con brevi tornanti in un bosco di conifere e giungere in poco alla chiesetta di S. Bernardino ed un fontanile sottostante omonimo. Il sentiero si appoggia e sale dolcemente in un lungo traverso in ambiente molto grazioso fino ad arrivare alla sella dell'Arena Bianca. Siamo quasi immersi tra calanchi, tanto che il cammino prosegue su di un tratto egregiamente recuperato e stabilizzato con un intervento di ingegneria naturalistica dal Parco.
Il sentiero borda con ampie anse i fianchi coperti da bellissime faggete che ricoprono i pendii piuttosto ripidi del maestoso versante del Monte Cotento, costellato nella parte alta da severe e pittoresche balze rocciose.

Fonte acqua Santa Filettino
Fonte acqua Santa Filettino
(foto di: Nello Nardecchia)
 

   Scarica KMZ
 

Si incontra il sentiero 693b che sale dal Vallone Roglioso e ramo destro delle sorgenti dell'Aniene. Si continua a salire con il bosco sempre più interrotto da prati fino ad affacciarsi sui suggestivi e più ampi prati a settentrione di Passo di Monna Forcina. Entrando nel bosco a sinistra, inizia la lunga e sostenuta ascesa al M. Tarino. Il bosco lascia il passo ad un pendio erboso, si conquista quota con stretti zig-zag, si rientra in una faggeta con alberi più piccoli e contorti, testimonianza di una crescita in ambiente montano più ostile, tant'è che poco oltre il bosco termina per lasciare definitivamente il posto, come piano altimetrico, alla vegetazione prativa delle prateria di quote elevate. Siamo in prossimità dei 2000 m!!
Prestare particolare attenzione all'ultimo tratto in cresta che ci accompagna fino alla cima del Tarino!!
Il panorama è stupendo come stupenda è la lunghissima cresta che toccando prima il contrafforte del Monte Tarinello, conduce fino al piazzale soprastante il Santuario della SS. Trinità. La vista sull'anfiteatro naturale dell'alta valle del Simbrivio è molto suggestiva, anche per la sua particolare forma.
La discesa fino al parcheggio, seppur molto lunga è sempre molto graduale.
Si prosegue verso l'area del Santuario e poco prima dello stesso si svolta a sx per una strada. Il primo tratto, fin quasi alla Cona dello Spirito Santo, è su strada ripida e con fondo scomodo, per poi divenire sentiero anche grazioso. Ritorna il paesaggio calanchivo incontrato ormai qualche ora prima in prossimità del Colle dell'Arena Bianca.
Si scende dal versante occidentale di Colle Decollato, si arriva su una sterrata all'altezza di un fontanile, la strada cambia il fondo, si costeggia un grazioso stillicidio, si attraversa il torrente Simbrivio su ponte, si costeggia il Cimitero di Vallepietra e alla base del paese si risale allo stesso tramite uno stradello che si stacca sulla sinistra dalla via principale.
Consigliato, perché molto grazioso, dormire una notte all'Ostello del Pellegrino, per recuperare bene le forze e ristorati ritornare alle proprie case!

Dove mangiare:

Dove dormire:

Punti di interesse:

Rilevanze ambientali:

  • Monte Tarino e Tarinello
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
Logo del Parco
© 2021 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio